info point

Benvenuti!
VIDEO LIS

AUDIO ITALIANO

AUDIO

BOSCONIA

FOTO

INFO POINT

Benvenuti!

Il Chiostro delle Clarisse presenta il Festival ESSERI URBANI 2021 Eterotopia: un percorso espositivo a cielo aperto – inclusivo e accessibile H24 –  nel centro storico di Noci. 

In questa suggestiva cornice, si svela in anteprima quel dialogo tra storia e contemporaneo che si tesse lungo l’intero percorso. Punto di accoglienza, di partenza e di arrivo, il Chiostro introduce al tema del festival e alle 10 installazioni artistiche che ne sono espressione. 

Esposte tra le antiche vie della città, le opere creano dei “contro-spazi” sospesi tra realtà e utopia: il sorprendete incontro di arte, architettura e paesaggio ricostruisce questi luoghi con le sensazioni di chi li attraversa, apre porte fantastiche affacciate su mondi paralleli e invisibili. 

Così qui, dove sorgeva l’antico convento delle Monache di Santa Chiara – un edificio di origine seicentesca ampiamente rimaneggiato a inizio Novecento per edificare l’allora nuovo palazzo podestarile-, cresce oggi la foresta capovolta di Bosconia, installazione firmata PinoINCREDIX e realizzata grazie al contributo di Navita nell’ambito di un progetto laboratoriale che ha coinvolto i ragazzi dell’I.C. Gallo-Positano, dell’I.C. Pascoli Cappuccini, del Centro Aperto Polivalente e dell’Aula Verde di Murgiambiente e dei rifugiati del progetto SAI La nuova dimora.

PinoINCREDIX è un artigiano e designer che vive e lavora in Valle d’Itria. Nel suo laboratorio si progettano e producono una grande varietà di oggetti – sedute, sistemi d’illuminazione, elementi d’arredo-, ma anche scenografie ed allestimenti d’ambiente. La sua pratica si presta spontaneamente al lavoro di gruppo e sono infatti numerosi i progetti realizzati attraverso laboratori e workshop, così come le collaborazioni e le partecipazioni ad esposizioni e concorsi. Con una predisposizione a sperimentare materiali diversi, compresi quelli di recupero, pinoINCREDIX dà vita ad un immaginario intriso dei colori di questa terra partendo dalla manipolazione dei suoi elementi primari.

Con l’impiego di rami, fiori, fili d’erba, pietre, legno e rete metallica, Bosconia rientra nella più ampia produzione dei Naturifici: installazioni che trasformano il mondo vegetale e quello minerale in materia prima utile a rimodulare lo spazio, a creare microsistemi in bilico tra natura e artificio. Sulle nostre teste, come i custodi di un ambiente naturale costantemente minacciato dall’uomo, i Naturifici si dispiegano nell’aria e invadono le architetture, affidando spesso il loro importante messaggio anche alla luce.

Nell’atmosfera magica di Bosconia, prima di inoltrarsi nel percorso espositivo o dopo averlo esplorato, si potrebbero persino intravedere le Monache di Santa Chiara, che fino alla metà dell’Ottocento percorsero questo stesso porticato.

INFO